Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
Presentati al Forum / Ciao a tutti
« Ultimo post da wirewolf il 08 Settembre 2015, 19:32:58 »
Ciao a tutti, sono felice di far parte della comunity
2
Cinema e TV / Re:STREAMING: Detroit Rock City
« Ultimo post da Jacopo Annunziata il 14 Marzo 2015, 13:43:44 »
a me non parte!! come faccio??
3
Musica e Dintorni / Re:Jimi hendrix,ma perchè?!?!
« Ultimo post da Giacomo Monaco il 30 Maggio 2014, 03:58:41 »
Bene, forse arrivo tardi a questa discussione ma mi importa poco, ciò che voglio esprimere è tutta la gratidudine a Jimi Hendrix, che concordo sul fatto che non fosse al livello di Jimi Page in quanto a tecnica, ma in quanto a trasmettere emozioni di un certo livello e ad un certo livello era il maestro. è molto difficile oggi giorno ascoltare qualcuno che suona con sentimento, e riesce a trasmettertelo, qualcuno che sul palco ha il solo scopo di trasmettere e far vivere una esperienza e a costo di sbagliare una o più note improvvisa, si concede come un bambino all'arte dell'essere sincero... se poi abbia cambiato la musica o no, non ci sono dubbi, Jimi Hendrix è il Beethoven del rock.

vi lascio a uno dei video che mi piace di più in assoluto: https://www.youtube.com/watch?v=Om3JfoMkYbo

Jimi Hendrix è diventato grande con e grazie all'experience: Noel Redding e Mitch Mitchel

per i più curiosi: https://www.youtube.com/watch?v=koxpJ7nhz2Y

ma lo vedo come vanno le cose oggi, quale rocker di successo ha e palle per affrontare un pubblico da solo con un batterista e un bassista? forse solo i Nirvana, ma questa è un'altra storia
4
Musica e Dintorni / Re:Jimi hendrix,ma perchè?!?!
« Ultimo post da francone il 11 Settembre 2013, 23:40:53 »
ora vi spiego molto umilmente chi era hendrix. e perchè viene considerato tra i migliori, se non il migliore.
partiamo dal presupposto che un buon chitarrista, non è quello che fa i sedicesimi a 200 di metronomo, o che fa lo  sweep, od il tapping a 10 dita. un buon chitarrista è quello che in spiaggia prende la chitarra e ti suona certe notti. nota che è in tonalità proibitiva per chi la sta cantando, ed è in grado di abbassarla di un tono. o ancora farla una terza sotto. il tutto senza sbagliare. è un buon chitarrista quello che riesce a far il solo di certe notte, molto simile, se non uguale, in ogni tonalità. al  volo, subito. è un buon chitarrista quello che sa sorreggere con un armonia giusta una linea melodica vocale che non ha mai sentito prima d'ora. è un buon chitarrista quello che gli fai sentire un pezzo a lui sconosciuto, e subito dopo te lo suona. è un buon chitarrista quello che gli canti una melodia e lui te la ricalca nota per nota. è un buon chitarrista quello che non riesce a farti un solo di petrucci, ma al suo posto ci mette un decimo delle note e improvvisa una melodia che dici ... ah pero'!
inutile dire che hendrix tutto questo era in grado di farlo. in un epoca in cui le partiture si contavano sulle dita di una mano, e in un epoca in cui i video didattici erano zero, gli mp3 in cuffia non esistevano, Hendrix poteva suonare un brano dei Beatles uscito su disco il giorno prima. Suonarlo ed interpretarlo a suo modo, facendolo quasi diventare suo.
sempre in quegli anni la chitarra non aveva un ruolo cosi di primo piano. la tecnica non era sviluppata come adesso, e per lo più i chitarristi suonavano poche note sulla pentatonica. col blues la chitarra conquista un poco più di spazio, ma a livello di timbro e volume di pressione, il suono è sempre piccolo, sottile.
con hendrix il suono della chitarra deborda, diventa gigantesco. hendrix immagina i suoi suoni, e con l'aiuto di ottimi fonici e ottimi elettronici esperti in circuiteria aumenta in maniera stratosferica la voce della sei corde.
a livello terorico e tecnico Hendrix era piuttosto ignorante. Ma con la sola pentatonica, è riuscito ad allontanarsi dallo stilema blues. Questo anche legato al fatto che musicalmente era una spugna. Quello che Hendrix suonava non era affatto impossibile. Ma quello che destabilizzava era che suonava cantando. Arpeggi, parti di accordo tutt'altro che simmetriche, fraseggi, molto spesso eseguiti in contemporanea con la voce.
Dal vivo Hendrix azzaardava. Spesso andava fuori tonalità, sperimentava, ma sempre con un tiro ed un feeling da paura. E tutto questo Hendrix lo faceva davanti a folle di persone, masticando un chewingum, e con gli occhi rivolti al cielo. Un disinteresse totale per il pubblico. Hendrix era li solo per lui. Il palco era la sua saletta prova personale. E lui provava a fare qualcosa. Cercava di ampliare un suo personale discorso tra lui e le note. A volte ci riusciva a volte no. Il suo approccio alla musica è sempre stato quello.
Del suono di Hendrix ho già detto. Sentite un suo disco. La chitarra sembra registrata oggi. Per quanto riguarda il volume, era sparato a decibel assordanti. Volume che avrebbe fritto il cervello di chiunque, per Hendrix era il toccasana, l'anticamera dell'orgasmo.
Dal vivo aveva ampli da 1000 watt . Spesso produceva suoni e rumori fastidiosi, ma di sua sponte. Quando necessario ingabbiava ogni frastuono sotto il tocco delle sue dita, dominandolo e controllando ogni sfumatura.
Infine è stato un grande performer. Un animale da palco. Il primo vero guitar hero. Non tanto per cosa faceva o cosa suonava. Ma come lo faceva e come lo suonava.
Oggi Hendrix non c'è più. Capita che magari vai in un negozio di strumenti a provare un ampli e ci trovi il ragazzino sedicenne che fa Malmsteen al doppio della velocità. Ma gli chiedi di farti uno shuffle in Fa e assisti alla tragedia. Oggi Hendrix non c'è più e magari vai in spiaggia e ci trovi un sedicenne che arpeggia do diesis diminuito in 9/8 ma i suoi amici invece di ascoltarlo sono a farsi il bagno.
Quando c'era Hendrix le persone si univano, si ritrovavano e ascoltavano la "voce" di uno che aveva qualcosa da dire e aveva trovato il suo modo per farlo.
5
Musica e Dintorni / Re:Classifica dei 10 migliori chitarristi secondo VOI
« Ultimo post da MykyEchoes il 19 Maggio 2013, 20:03:49 »
Premettendo che non ho mai studiato musica ma ho solo una grande passione,dico anche io la mia. La faccio tenendo conto solo alle emozioni lascio quindi le cose tecniche a chi ne capisce più di me.in ordine sparso perchè mi è molto difficile fare una classifica.
Jimi Hendrix perchè non si può non mettere c'è il pre e dopo Hendrix ed è tutto dire

Bb King il re del blues emozione allo stato puro

Jimmy page che dire .....unico

Brian May ho passato la mia adolescenza con i Queen ho cominciato ad appassionarmi alla chitarra grazie a lui poi si può dire di tutto ma non potevo non metterlo

David gilmour semplice ma intenso,magico le emozioni più intense le ho avute ascoltando lui

Mark Knofler all ascolto è il più riconoscibile sfido chiunque a confonderlo con un altro

Carlos Santana è quello che mi ha dato più emozioni ,immenso

Eric Clapton ......il CHITARRISTA!!!!!!!!

Jhon jack Frusciante uno degli ultimi chitarristi degni di questo nome

Angus Young troppo hard è meravigliosamente diretto
6
Presentati al Forum / nuova chitarra
« Ultimo post da gabry il 25 Marzo 2013, 13:34:27 »
che chitarra elettrica mi consigliate da acqistare? io gia ho un strato
7
Giochi / Re:Okami
« Ultimo post da John Dorian il 26 Gennaio 2013, 12:14:45 »
Se hai ancora una ps2 da qualche parte potresti giocarci! :thumbsup:
8
Musica e Dintorni / Re:Yngwie Malmsteen:il simbolo degli anni ottanta
« Ultimo post da geekomo il 26 Gennaio 2013, 00:01:38 »
delicatissimo
9
Giochi / Re:Okami
« Ultimo post da geekomo il 25 Gennaio 2013, 23:58:40 »
non sei il primo che parla bene di questo gioco... purtroppo per me causa mancanza console diciamo pure recenti, l'ho "provato" solo su youtube e leggendo le recensioni
10
Giochi / Re:World of Warcraft
« Ultimo post da geekomo il 25 Gennaio 2013, 23:54:59 »
LOL premettendo che non mi considero come Stratovarius ha descritto, a circa 14 anni ci giocavo, ma poi ho smesso. è un gioco di ruolo online dove puoi impersonare un personaggio fantastico (il Boss ci aveva preso quindi XD) e fare varie quest. La cosa figa è ovviamente l'interazione con gli altri utenti. Personalmente adesso non ha la benchè minima attrattiva, poichè odio il gioco online XD

Nooo, io invece il gioco online lo sto riscoprendo da un anno a questa parte: Battlefield 3 è un capolavoro sotto ogni punto di vista per il multiplayer online (il singolo giocatore l'ho provato relativamente poco).
Provai l'ultimo star wars online, ma il genere MMORPG stile World of Worcraft continua a non convincermi...
Pagine: [1] 2 3 ... 10