Immigrant Song

Da RockCiclopedia, tutta la storia del rock... scritta da voi!

"Immigrant Song" è una canzone dei Led Zeppelin, inclusa nell'album Led Zeppelin III (1970).

Apre il terzo album (uno dei più controversi e criticati) quello che sarà per molti anni il pezzo di apertura dei concerti dei Led Zeppelin. Immigrant Song parte a spron battuto su un potente riff di chitarra e batteria, sostenuto dal muscoloso basso di Jones, al quale si aggiunge, dopo otto battute, Plant con il suo urlo di battaglia. La canzone si distingue per il sound aggressivo e tagliente, e stabilisce l'orizzonte psichico al quale si sarebbero poi ispirate tutte le band epic metal e che si rifanno alla mitologia, ispirandosi ai secoli bui. Il testo è uno dei primi di Plant a presentare argomenti di carattere mitico.

Testo

Lingua originale

Ah ah ah... ah,
Ah ah ah... ah,
We come from the land of the ice and snow,
From the midnight sun where the hot springs blow.
The hammer of the gods will drive our ships to new lands,
To fight the horde, singing and crying: Valhalla, I am coming!

On we sweep with threshing oar,
Our only goal will be the western shore.

Ah ah ah... ah,
Ah ah ah... ah,
We come from the land of the ice and snow,
From the midnight sun where the hot springs blow.
How soft your fields so green
Can whisper tales of gore,
Of how we calmed the tides of war.
We are your overlords.

On we sweep with threshing oar,
Our only goal will be the western shore.

So now you'd better stop
And rebuild all your ruins,
For peace and trust can win the day
Despite of all your losing.


Traduzione italiana

Ah ah ah... ah,
Ah ah ah... ah,
Veniamo dalla terra del ghiaccio e della neve
Dal sole di mezzanotte dove scorrono le sorgenti d'acqua bollente
Il martello degli dei condurrà le nostre navi a nuove terre
Per combattere l'orda, cantando e gridando: "Valhalla, sto arrivando!"

Avanziamo con i nostri remi che battono
Il nostro unico obiettivo sarà la riva occidentale

Ah ah ah... ah,
Ah ah ah... ah,
Veniamo dalla terra del ghiaccio e della neve
Dal sole di mezzanotte dove scorrono le sorgenti d'acqua bollente
Quanto dolcemente i vostri campi così verdi
Possono sussurrare racconti di sangue,
Di come abbiamo calmato le maree della guerra?
Noi siamo i vostri sovrani

Avanziamo con i nostri remi che battono
Il nostro unico obiettivo sarà la riva occidentale

Perciò è meglio che vi fermiate
E ricostruiate le vostre rovine
Perchè la pace e la fiducia possono salvarvi
A dispetto della vostra sconfitta.