Led Zeppelin IV

Da RockCiclopedia, tutta la storia del rock... scritta da voi!
Errore nella creazione della miniatura: File mancante
Errore nella creazione della miniatura: File mancante
Artista Led Zeppelin
Tipo album Studio
Genere Rock
Pubblicazione 8 novembre 1971
Tracce 8
Durata 42 min : 39 sec
Etichetta Atlantic Records
Produttore Jimmy Page
Album precedente {{{album precedente}}}
Album successivo {{{album successivo}}}

Il quarto album della band, probabilmente il più importante e completo della sua storia, esce nel Novembre del 1971. Venderà nel mondo più di 16 milioni di copie.[1]

Storia

Nonostante gli incredibili successi dei tre lavori alle spalle, il gruppo è vittima di una sempre più grande smania di perfezionamento, quell'interminabile labor limae alla ricerca dell'album perfetto, che con l'opera quarta raggiungerà il suo massimo grado. Dopo mesi e mesi di gestazione, il disco, registrato a Londra, tra gli studi Island e Olympic, viene pubblicato in ritardo di quattro mesi, alimentando l'incontenibile attesa dei fan.

Quando il lavoro uscì nei negozi, si comprende subito come il gruppo abbia voluto ribadire ancora una volta il loro totale distaccamento dal mondo esterno per quanto riguarda la musica. La stampa britannica, infatti, aveva ironizzato sulla loro condotta da agiate rockstar. E la copertina, che non presenta né nome, né titolo, mostra un contrasto voluto con le regole di marketing e commercio.

L'album assumerà diverse denominazioni, "ZoSo", "Untitled" o "Runes Album", ma per facilità è solito riferirsi al disco come "Led Zeppelin IV"[2].

Dopo l'incisione la band parte per un nuovo tour americano.

Brani

Si passa da brani hard rock, come "Black Dog", ad altri Folk, come "The Battle of Evermore", ad altri ancora contenenti un mix di vari generi, come "Stairway to Heaven", mai uscita come singolo, ma diventata indelebilmente un simbolo del gruppo, nonchè la canzone più trasmessa di sempre dalle radio specializzate.

L'idea di comporre una canzone che cominciasse con un coro di flauti e finisse con un "bombardamento formato Led Zeppelin" era in cantiere ancora prima delle sedute di registrazione dell'album. Gli accordi li trovò Page, una sera, quasi per caso, e mentre il gruppo cominciava a costruire la parte strumentale, Plant, in un angolo, di umore nero e senza nemmeno pensarci, cominciò a scribacchiare qualcosa su un pezzo di carta. Quando lesse le prime parole quasi si sorprese di sè stesso: "There's a lady who's sure / all that glitters is gold / and she's buying a stairway to heaven...".

Tra le altre tracce, impossibile non notare “Misty Mountain Hop”, trascinata dal piano di John Paul Jones, e la conclusiva “When The Levee Breaks”, rivisitazione di un blues di Memphis Minnie; per la registrazioni dei particolari riverberi della parte ritmica, la batteria fu posta vicino a una scala e i microfoni posizionati ad altezze diverse.

Playlist

Edizione in vinile:

LATO A
# TitoloAutori Durata
1. "Black Dog"  Jimmy Page, Robert Plant, John Paul Jones 4:57
2. "Rock and Roll"  Page, Plant, Jones, John Bonham 3:40
3. "The Battle of Evermore"  Page, Plant 5:52
4. "Stairway to Heaven"  Page, Plant 8:00
LATO B
# TitoloAutori Durata
1. "Misty Mountain Hop"  Page, Plant, Jones 4:38
2. "Four Sticks"  Page, Plant 4:46
3. "Going to California"  Page, Plant 3:31
4. "When the Levee Breaks"  Page, Plant, Jones, Bonham, Memphis Minnie 7:07


Note

  1. Top 100 Albums, RIAA
  2. Sul catalogo dell'Atlantic Records è stato anche indicato come Four Symbols e The Fourth Album, ed è variamente conosciuto come, Sticks, Man with Sticks o semplicemente Four. Il chitarrista del Led Zeppelin, Jimmy Page, spesso si riferisce all'album nelle interviste con Led Zeppelin IV, mentre il cantante Robert Plant lo ricorda come il Quarto album.