Noir Désir

Da RockCiclopedia, tutta la storia del rock... scritta da voi!
Noir Désir
Errore nella creazione della miniatura: File mancante
I Noir Désir, cover di "Veuillez rendre l'âme (à qui elle appartient)".
Nazionalità Francia
Errore nella creazione della miniatura: File mancante
Genere Alternative Rock
Periodo attività 1980 - in attività
Discografia 12
Studio 7
Live 2
Raccolte 3
Sito web noirdez.com

I Noir Désir sono un gruppo Alternative Rock di Bordeaux (Francia) nato nel 1980. I componenti sono Bertrand Cantat (voce e chitarra), Serge Teyssot-Gay (chitarra), Denis Barthe (batteria) e Jean-Paul Roy (basso), che ha sostituito Frédéric Vidalenc nel 1996. Sono un gruppo militante che lotta contro il fascismo e il capitalismo.

Storia

Esordio

Bertrand e Serge decidono di formare un gruppo durante gli anni dell'università, vengono presto raggiunti da Denis e da Vincent Leriche, il primo bassista. Nel 1982, quest'ultimo e Serge lasciano il gruppo per formare un duetto, Frédéric Vidalenc e Luc Robene entrano nel gruppo per sostituirli. Nel 1983 è Bertrand a lasciare la band, ma torna dopo alcuni mesi e il suo sostituto, Emmanuel Ory-Weil, diventerà il loro manager. Due anni dopo anche Serge ritorna nel gruppo, e la formazione rimarrà stabile per una decina di anni.

Il primo album, "Où veux-tu qu'je r'garde?", risale al 1987, ma è con il successivo, "Veuillez rendre l'âme (à qui elle appartient)", che viene raggiunto il successo. La canzone "Aux sombres héros de l'amer" diventa un vero e proprio successo radiofonico, ma ciò infastidisce i Noir Désir che non vogliono essere etichettati come gruppo commerciale. Bertrand affermerà in seguito che questo infastidimento è dovuto al fatto che molte persone non avevano capito il doppio senso della canzone. I due album successivi, più oscuri e violenti, si ricollegano ad una dipendenza underground, con sonorità profondamente rock.

Problemi per Bertrand

Dopo la tournée registrata per Dies Irae, Bertrand Cantat viene operato la prima volta alle corde vocali, a causa delle numerose urla fatte mentre cantava. Nel 1997, i Noir Désir tornano con l'album "666.667 Club" che fa assumere loro maggiore notorietà, ma che non li allontana dal loro pubblico. La tournée che segue l'uscita dell'album si conclude per la seconda volta con un'operazione alle corde vocali per Bertrand.

A "666.667 Club" seguono un album di remix e il loro ultimo album in studio, "Des Visages des Figures", che contiene la celebre "Le Vent Nous Portera". I Noir Désir rimangono sempre caratterizzati da testi molto particolari, lavorati e surreali, con numerosi giochi di parole, scritti da Bertrand.

Il gruppo esce momentaneamente dalle scene musicali dopo l'arresto di Bertrand Cantat nel 2004. Nel 2007, gli viene concessa la libertà vigilata e deve astenersi da interventi pubblici e dal produrre opere sul caso. Il gruppo, nel 2005, ha firmato un contratto che prevede tre nuovi album, senza però alcun obbligo da parte della band. Senza Bertrand, i Noir Désir hanno lavorato alla colonna sonora di Enfermés Dehors e hanno portato a termine un progetto iniziato nel 2002 con la pubblicazione del doppio CD "Noir Désir en public" e del doppio DVD "En Images", nati dalla loro ultima tournée.

Discografia

  • 1987 : Où veux-tu qu'je r'garde?
  • 1989 : Veuillez rendre l'âme (à qui elle appartient)
  • 1991 : Du ciment sous les plaines
  • 1992 : Tostaky
  • 1994 : Dies Irae (Noir Désir)
  • 1994 : Compilation
  • 1996 : 666.667 Club
  • 1997 : One Trip/One Noise (remix)
  • 2000 : En route pour la joie (compilation album triplo)
  • 2001 : Des visages des figures
  • 2004 : Nous n'avons fait que fuir (poema)
  • 2005 : Noir Désir en public (live)

Videografia