Autore Topic: L'industria musicale è miope, parola dei Radiohead  (Letto 1038 volte)

Offline MultiformeIngegno

  • Amministratore
  • Leggenda del Rock
  • *****
  • Post: 2707
  • Id quo maius cogitari nequit
    • MultiformeIngegno
L'industria musicale è miope, parola dei Radiohead
« il: 22 Gennaio 2010, 21:56:18 »
In un recente intervista rilasciata alla BBC Ed O’Brien, chitarrista dei Radiohead, ha affermato che l'industria musicale è miope e non riesce a cogliere l'essenza della digitalizzazione, la pirateria è infatti solamente una causa degli atteggiamenti delle major.

Citazione da: Ed O’Brien (Radiohead)
"Ho un po' di problemi coi discografici che vengono da me al lamentarsi dicendo che la pirateria li sta uccidendo: quelli che loro chiamano 'pirati' magari non spendono i loro soldi comprando un cd, ma li spendono pagando i biglietti dei concerti, il merchandise e tutto il resto. Il music-biz ha un modello di business analogico nell'epoca del digitale, che deve cambiare perché obsoleto. Adesso ci sono moltissimi modi per fare arrivare in modo legale la tua musica al pubblico, come Spotify, o come tutti gli store online che sono presenti sul Web: basterebbe rendere il tutto leggermente più economico al pubblico per fare una seria concorrenza alle piattaforme peer-to-peer. Sta tutto lì il problema che l'industria musicale ha da dieci anni a questa parte. Perché siamo arrivati a questo punto? Perché la discografia si è riufiutata di accettare la nuova realtà digitale".

Da sinistra: Thom Yorke, Jonny Greenwood, Colin Greenwood, Ed O'Brien e Phil Selway
Da sinistra: Thom Yorke, Jonny Greenwood, Colin Greenwood, Ed O'Brien e Phil Selway

I Radiohead già in precedenza si schierarono a favore di internet e del P2P, contro il provvedimento del governo inglese che prevede l'"espulsione dal Web" per i file sharer recidivi.
« Ultima modifica: 23 Gennaio 2010, 11:29:03 da lorenzone92 »
RockCiclopedia (wiki - forum - extra)
Tutta la storia del rock, scritta da voi ...

...iscriviti al feed di RockCiclopedia dedicato alle ultime news del mondo della musica!

Offline Devilslord

  • Gran Maestro di Forca
  • Moderatore Globale
  • Leggenda del Rock
  • *****
  • Post: 1197
  • Hegh bat'lhqu Hoch nej maH
    • La mia pagina su RockCiclopedia
Re:L'industria musicale è miope, parola dei Radiohead
« Risposta #1 il: 23 Gennaio 2010, 00:13:29 »
Loro sono decisamente scarsi, ma devo dare atto a O'Brien di avere colto nel segno. Devo però aggiungere che forse questa tendenza suicida delle major potrebbe offrire i suoi vantaggi: non è solo per il costo dei dischi, dopotutto, che rompono le scatole...

Offline MultiformeIngegno

  • Amministratore
  • Leggenda del Rock
  • *****
  • Post: 2707
  • Id quo maius cogitari nequit
    • MultiformeIngegno
Re:L'industria musicale è miope, parola dei Radiohead
« Risposta #2 il: 23 Gennaio 2010, 11:30:29 »
Secondo me se abbassassero (e non di poco..) il prezzo dei dischi e dei concerti (sicuramente le major si prendono una buona percentuale!) avrebbero un ritorno capace di coprire e superare la riduzione del prezzo!
RockCiclopedia (wiki - forum - extra)
Tutta la storia del rock, scritta da voi ...

...iscriviti al feed di RockCiclopedia dedicato alle ultime news del mondo della musica!

Offline Skylab

  • Moderatore Globale
  • Leggenda del Rock
  • *****
  • Post: 2279
  • We still love you
Re:L'industria musicale è miope, parola dei Radiohead
« Risposta #3 il: 23 Gennaio 2010, 12:54:15 »
il problema dei concerti del 2000 è sempre lo stesso... i palchi costano sempre di più e i tempi di ammortamento dei mutui si dilatano insieme ai costi dei biglietti (non a caso 20 anni fa, senza tutti i led che ora si portano in giro le star, i tour duravano molto meno!)
"Those days are all gone now but one things still true: When I look and I find I still love you"

"In Loving Memory Of Our Child, So Innocent, Eyes Open Wide"

"Step after step we try controllying our fate, when we finally start living it has become too late"