Author Topic: La nascita, stimolata dai piani alti, di un certo rock  (Read 1809 times)

Offline Lemmy

  • Strimpellatore
  • ****
  • Posts: 263
  • The Lurch
    • The eMule Mirror 2
La nascita, stimolata dai piani alti, di un certo rock
« on: 26 November 2008, 16:25:29 »
Possiamo approssimativamente datare, con la nascita del rock, l'inizio della campagna di sterilizzazione delle masse occidentali. Quando nacque, il rock fu progettato "solo" per questo. Infatti "rock and roll" significa, letteralmente, "rollio e beccheggio"; ovverosia il movimento che fanno le automobili dove si sta facendo sesso. Rock and roll, nel gergo americano, significa, in sostanza,"fare l'amore in macchina", ma l'espressione è molto più volgare di quella da me virgolettata.

Negli anni cinquanta, il rock and roll, con le continue contorsioni del bacino dei cantanti alla elvis presly; segnò l'inizio di quella rivoluzione sessuale che ridusse in maniera drastica le nascite in tutto l'Occidente.

Sempre nell'ambito musicale, è da segnalare il continuo aumentare del livello di perversione propagandata. Negli anni sessanta il "porno-rock" non esisteva, ora abbiamo raggiunto e superato il "livello" di veronica ciccone, pornodiva e cantante, da tutti nota col nome d'arte blasfemo di "madonna"... Un tempo esisteva come supremo modello di femminilità la Madonna, sublime esempio di pudicizia, oltre che di moglie e di madre ideale. Ora la musica rock propone, come detto, una ben altra madonna all' "adorazione" delle masse giovanili... una madonna che non manca di dichiararsi prostituta.

Se andassimo a fare una statistica scopriremmo che il numero delle cantanti palesemente depravate ed il numero dei cantanti dichiaratamente omosessuali, o comunque depravati, è, in percentuale, rispetto alla popolazione comune, semplicemente mostruoso.

Ovvero, la percentuale di cantanti maschi omosessuali è spropositatamente maggiore rispetto alla norma. Quei pochi cantanti maschi, che omosessuali non sono, non nascondono di condurre una vita sessuale quanto mai promiscua... Per quel che concerne le "femmine" del rock, se non assumono atteggiamenti viriloidi alla Gianna Nannini, sono mangiatrici di uomini alla Anna Oxa; oppure entrambe le cose, come la Rettore.

L'effetto "testimonial", che il regime riesce a determinare scegliendo gli idoli delle masse giovanili soprattutto fra i depravati di ogni sorta e tipo, è DEVASTANTE. Tantissimi giovani beoti, sempre più privi di senso critico, tendono ad imitare, in ogni aspetto, la vita e la morale dei propri idoli canterini.

A riguardo della corruzione sessuale a finalità antinatali indotta dalla musica "leggera", vi è un'ultima riflessione da compiere.

Nell'ambito del mondo canzonettitico, ed in particolare del mondo della musica leggera italiana, vi sono moltissimi brani apparentemente innocui che presentano invece pericolose insidie dal lato del convincimento occulto, anche se non propriamente subliminale. Per spiegarmi meglio farò l'esempio della celeberrima canzone "Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte" di Gianni Morandi (cantante dalla faccia pulita per antonomasia). Nel citato brano musicale, il cantante impersona un ragazzo geloso per aver visto la propria ragazza mano nella mano insieme ad un altro; il brano testualmente recita: "tu digli a quel coso\ che sono geloso\ e se lo rivedo\ gli spaccherò il muso"; alla fine del brano c'è, ripetuta molte volte, la frase "ho bisogno di te", riferita alla già citata ragazza. Ora, tentiamo di fare una sorta di analisi del brano in questione.

Innanzitutto, se negli anni sessanta una ragazza camminava mano nella mano con un ragazzo, significava che era ufficialmente fidanzata con quest'ultimo. Infatti all'epoca la morale era ben diversa dall'attuale. Inoltre, anche oggi, camminare mano nella mano implica quasi sempre lo stare insieme. Percui il tradimento di lei era già avvenuto. Come detto a tradire era stata lei, non certo "quel coso" di cui parla la canzone; e non si vede, dunque, perché il cornificato debba prendere a pugni lui, quando egli è stato il semplice oggetto e non il soggetto del tradimento. Infatti a tradire "lui" è stata "lei", e ciò perché era "lei" che stava con lui; non certo il "coso". Ma la "divina" non si sente messa sotto accusa, come senz'altro meriterebbe...noo!, anzi... lui ha bisogno di lei, la chiama ripetutamente "amore", eccetera, eccetera...

Ovviamente non ci si trova, per caso, dinanzi ad un cornuto contento: la canzone deve ficcare nella testa delle ragazze che esse possono impunemente tradire, ricevendo addirittura le moine ed i complimenti del cornificato di turno. Ma, ovviamente, nella vita reale, chi tradisce viene lasciata e... molto meno probabilmente farà figli...

Quasi tutte le canzoni italiane di musica melodica contemporanea presentano tentativi di convincimento occulto tendenti a corrompere sessualmente. In genere si tratta di elogiare in maniera fortissima la "musa ispiratrice". Gli elogi sperticati ed i complimenti strampalati alla ragazza di turno non servono tanto per vendere, quanto per corrompere le ascoltatrici; le quali, pretenderanno quei complimenti, ben poco virili, dai loro fidanzati. Questi ultimi, inoltre, non potranno certo rispettare chi è pronta a strapparsi i capelli per l'eros ramazzotto di turno; infatti il tradimento virtuale non è molto meno odioso del tradimento reale. Ed i cantanti di musica melodica contemporanea sono, guarda caso, tutti, ma proprio tutti, bellissimi.

I laidi insegnamenti messi in musica sono un'infinità. E' oggettivamente impossibile elencarli tutti. Ogni sorta di perversione sessuale è ossessivamente propagandata, ed il messaggio viene ripetuto, in modo martelllante, da ogni radio. Si va, tanto per fare qualche esempio, dal "non c'è sesso senza amore" del super bugiardo Antonello Venditti, alla "bella senz'anima" di Riccardo Cocciante, dove si allude chiaramente alla sodomia (eterosessuale). Fino a giungere al "disperato erotico stop" di Lucio Dalla, dove si fa apologia della masturbazione... Lo ripeto, l'elenco è troppo vasto. Voglio solo mettere sull'avviso il lettore affinché faccia caso a quello che dicono, o lasciano chiaramente intendere, I TESTI DELLE CANZONI: SONO QUELLI CHE CONTANO! NEL TESTO E SOLO NEL TESTO VI E' IL MESSAGGIO, NON CONTA NIENTE LA MUSICHETTA ACCATTIVANTE, CHE SERVE SOLO PER VEICOLARLO. La musica orecchiabile è in tutto e per tutto paragonabile allo zucchero attorno alla pillola.

Fonte
« Last Edit: 26 November 2008, 18:30:34 by Lemmy »


Offline Rockgiu

  • Frontman
  • *****
  • Posts: 909
  • "Ama e fa cio che vuoi" Benigni
Re: La nascita, stimolata dai piani alti, di un certo rock
« Reply #1 on: 26 November 2008, 19:47:30 »
Ma stiamo scherzando!
Ma chi cazzo a scritto sta cosa!
Sentite non so io ma.....questa fantomatica visone sessuale mi pare logico che sia presente come è vero che non lo è....cioè è una visione portata all'estremo di qualcosa che c'è ma in modo minuscola e non negativa...
Su altre cose (picccolissime) sono d'accordo.....
"A volte il vincitore è semplicemente chi non ha mai mollato"          
         Jim Morrison

Offline Padu

  • Strimpellatore
  • ****
  • Posts: 292
  • ROCK!
Re: La nascita, stimolata dai piani alti, di un certo rock
« Reply #2 on: 26 November 2008, 20:18:14 »
purtroppo tutte queste cose sono vere..il vero rock si sta inabissando boys!!
cerchiamo almeno noi di tenerlo a galla!

Offline geekomo

  • Moderatore Globale
  • Leggenda del Rock
  • *****
  • Posts: 1970
Re: La nascita, stimolata dai piani alti, di un certo rock
« Reply #3 on: 26 November 2008, 20:30:22 »
Leggo solo oar questo topic... :furious:

Offline 4tino 4president

  • Frontman
  • *****
  • Posts: 646
Re: La nascita, stimolata dai piani alti, di un certo rock
« Reply #4 on: 26 November 2008, 21:26:04 »
testi con allusioni varie ci sono sempre stati e sempre ci saranno, ma collegare alla musica il fatto che non si facciano figli mi pare esagerato....
"Un giorno anche la guerra si inchinerà al suono di una chitarra!" Jim Morrison

Offline Devilslord

  • Gran Maestro di Forca
  • Moderatore Globale
  • Leggenda del Rock
  • *****
  • Posts: 1197
  • Hegh bat'lhqu Hoch nej maH
    • La mia pagina su RockCiclopedia
Re: La nascita, stimolata dai piani alti, di un certo rock
« Reply #5 on: 27 November 2008, 00:54:00 »
[...] La musica orecchiabile è in tutto e per tutto paragonabile allo zucchero attorno alla pillola. [...]

Aaaargh! Blasfemi! Questo è un palese e volgare tentativo di spingere i giovani sulla via della perdizione, incitandoli ad utilizzare la pillola anticoncezionale accompagnata dallo zucchero per renderla più appetibile e favorire peccaminosi rapporti sessuali pre-matrimoniali e sterili! Anche il glorioso Circolo San Giorgio alla fine ha ceduto alle lusinghe di SATANAAAA!!! :rotfl:

Offline sonata arctica16

  • Leggenda del Rock
  • ******
  • Posts: 1376
  • S.A.D. (Seek And Destroy)
Re: La nascita, stimolata dai piani alti, di un certo rock
« Reply #6 on: 27 November 2008, 13:54:51 »
non mi ero proprio reso conto di questo topic :shock: ma cosa??? :furious:
Perchè le cose migliori succedono sempre quando non c'è nessun testimone?

Offline John Dorian

  • Leggenda del Rock
  • ******
  • Posts: 1793
  • Roma Caput Mundi
Re: La nascita, stimolata dai piani alti, di un certo rock
« Reply #7 on: 03 December 2008, 17:48:43 »
sono esterrefatto  :shock: :shock:
Il cielo!


Offline Skylab

  • Moderatore Globale
  • Leggenda del Rock
  • *****
  • Posts: 2279
  • We still love you
Re: La nascita, stimolata dai piani alti, di un certo rock
« Reply #8 on: 03 December 2008, 20:44:24 »
sinceramente... l'idea che tutti i testi della musica rock e anche pop dagli anni '50 ad oggi contengano messaggi subliminali mi fa un po' ridere... cioè ok che stiamo sempre tutti a pensare al sesso... ma addirittura questo no...
Io la penso in modo diverso: che la musica rock sia fortemente legata al sesso, alla droga, all'alcol, al fumo e alle attività "viziose" in generale è chiarissimo: da sempre "rockettaro" è sinonimo di grande porco che se ne scopa 5 al giorno, che fuma, si droga, beve, e dell'immoralità in generale... e questo è un po' insito della nostra cultura (anche se molti non lo sanno): da sempre personaggi di spicco sono marcati d'infamia, spesso perchè sono gli unici a concedersi certi lussi, ma a volte anche perchè sono personaggi "di bassa lega"...
quindi è innegabile che ci sia un nesso tra musica rock e vizi, ma che addirittura "Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte" sia un'incitazione al sesso prematrimoniale per le ragazze... cioè non mi sembra del tutto possibile!
Poi se vogliamo parlare delle origini di Rock n'Roll... per carità! chi nega che siano diverse!!!

ps lemmy ancora non abbiamo sentito il tuo parere sull'argomento... mi raccomando, quando postate un articolo o qualsiasi cosa postata da una fonte, aggiungete anche un commento personale!  ;)

EDIT aggiungo una piccola cosa... sinceramente non credo che sia solo il testo a riferire il messaggio: il messaggio la maggior parte delle volte (growl rap e altre eccezioni escluse) è trasmesso ottimamente grazie a un mix perfetto tra melodia e testo... prendete le parole di stairway: quel testo non avrebbe il senso che ha senza quella melodia! o anche: provate a mettere le parole, per esempio, di Knockin' on Heaven's Door sulla melodia di... che ne so... I Want It All dei Queen... e viceversa... tutto perde di senso! sarà anche l'abitudine... ma su una canzone acustica, per esempio, non puoi parlare di cazzate, ci vuole un tema serio, come su una canzone tipicamente punk devi "stronzeggiare"!
« Last Edit: 03 December 2008, 20:48:49 by skylab »
"Those days are all gone now but one things still true: When I look and I find I still love you"

"In Loving Memory Of Our Child, So Innocent, Eyes Open Wide"

"Step after step we try controllying our fate, when we finally start living it has become too late"