Autore Topic: No Line On The Horizon finalmente in uscita!  (Letto 776 volte)

Offline MultiformeIngegno

  • Amministratore
  • Leggenda del Rock
  • *****
  • Post: 2707
  • Id quo maius cogitari nequit
    • MultiformeIngegno
No Line On The Horizon finalmente in uscita!
« il: 03 Marzo 2009, 14:54:17 »
No Line On The Horizon: finalmente in uscita!
Fonte: delrock.it

Faccenda complicata, la gestazione del nuovo album U2. Dopo settimane passate a cercare il bandolo della matassa assieme a Rick Rubin, i quattro dubliners hanno deciso di riportare tutto a casa richiamando ai controlli Brian Eno e Daniel Lanois, con un piccolo aiuto dall'ancor più vecchio amico Steve Lillywhite. Voglia improvvisa di restaurazione dopo i proclami nuovisti della vigilia? Sì e no.

Grandi sorprese non ce ne sono, meglio dirlo subito, nonostante la parola "innovativo" sia la più ricorrente nelle interviste rilasciate in questi mesi. I credits però parlano chiaro: i due produttori sono stavolta coautori di sette brani su undici e in due casi (Unknown Caller e White As Snow) addirittura dei testi. Sarà un caso, ma tre dei quattro brani rimanenti (fra cui il singolo Get On Your Boots) sono parenti abbastanza stretti della tamarrissima Vertigo e di altri poco riusciti singoli degli U2 versione Terzo Millennio, mentre quelli cofirmati Eno/Lanois sono gli episodi che maggiormente caratterizzano un disco fatto di paesaggi più che di canzoni, di suggestioni più che di slogan.

Giusto 25 anni fa gli U2 sposarono canzoni e suggestioni nel loro primo grande capolavoro: The Unforgettable Fire, prodotto proprio da Eno e Lanois. Oggi il miracolo non si ripete, e di miracolo si sarebbe trattato, giacché al momento non ci viene in mente nessuna band in grado di confezionare due dischi imperdibili a distanza di un quarto di secolo (anche se ovviamente verremo smentiti dai nostri lettori nei commenti a questa recensione).

No Line On The Horizon non è un brutto disco, semplicemente manca di canzoni destinate a rimanere nella storia di una band che il suo nome nella storia del rock l'ha scritto a cavallo degli anni Ottanta, un'era geologica fa, per poi gestire il proprio mito (o mascherare la mancanza di idee, a seconda dei punti di vista) a colpi di autoironia, pile di televisori accesi e limoni giganti.

Bono dice che "Nessuna linea sull'orizzonte" è un'immagine della situazione in cui ci si trova quando ci si sta muovendo in avanti ma non si sa esattamente verso che cosa, il momento in cui il mare e il cielo diventano un tutt'uno", un'immagine di infinito illustrata in copertina da uno scatto del fotografo giapponese Hiroshi Sugimoto. Un'immagine che suggerisce, più che urlare. Forse è proprio questa la direzione in cui si stanno muovendo gli U2 che, ultime notizie, potrebbero pubblicare entro l'anno un nuovo album tratto dalle medesime session e, a breve, annunciare un tour che dovrebbe portarli ai primi di luglio allo stadio di San Siro, per le uniche due date estive in Italia.
RockCiclopedia (wiki - forum - extra)
Tutta la storia del rock, scritta da voi ...

...iscriviti al feed di RockCiclopedia dedicato alle ultime news del mondo della musica!

Offline John Dorian

  • Leggenda del Rock
  • ******
  • Post: 1793
  • Roma Caput Mundi
Re: No Line On The Horizon finalmente in uscita!
« Risposta #1 il: 03 Marzo 2009, 16:31:25 »
sono d'accordo...che dire non c'è una vera e propria canzone che cambi il volto all'album.forse l'unica che si avvicina a ciò è FEZ-being born che a mio parere merita molto.l'album è buono ma manca proprio quel qualcosa che lo renda ottimo.Innovativo. non penso sia sbagliato definirlo così:le sonorità sono cambiate questo è certo.ma forse la cosa che è piu cambiata forse è la voce di bono(che canta di meno lasciando piu spazio a the edge).Insomma non so se definirlo un album di passaggio o forse la fine (piu che dignitosa) di una delle migliori band in circolazione negli ultimi 20 anni.Spero nella prima ipotesi.

EDIT: bella pure breathe
« Ultima modifica: 03 Marzo 2009, 17:08:27 da John Dorian »
Il cielo!