Differenze tra le versioni di "Black Sabbath"

Da RockCiclopedia, tutta la storia del rock... scritta da voi!
Vai alla navigazioneVai alla ricerca
Riga 12: Riga 12:
 
Dopo un brevissimo periodo di "gavetta" tra i pub inglesi, la band cambia nuovamente band, a causa di un altro gruppo con lo stesso nome, "''Earth''". L'idea per il nuovo nome viene da [[Geezer Butler|Butler]], e dalla visione del film "''I Tre Volti Della Paura''", del 1963, di Mario Bava, che come titolo inglese aveva proprio "'''''Black Sabbath'''''" (''Sabba nero'').
 
Dopo un brevissimo periodo di "gavetta" tra i pub inglesi, la band cambia nuovamente band, a causa di un altro gruppo con lo stesso nome, "''Earth''". L'idea per il nuovo nome viene da [[Geezer Butler|Butler]], e dalla visione del film "''I Tre Volti Della Paura''", del 1963, di Mario Bava, che come titolo inglese aveva proprio "'''''Black Sabbath'''''" (''Sabba nero'').
  
Con il cambio di nome arriva, stranamente, anche un cambio di sonorità: dal blues che caratterizzava il gruppo sin dai tempi dei ''Polka Tulk'', si passa prima ad un folk europeo che poi degenera in atmosfere sempre più cupe: siamo alla nascita di quello che, sviluppandosi, verrà definito [[''Heavy Metal'']]
+
Con il cambio di nome arriva, stranamente, anche un cambio di sonorità: dal blues che caratterizzava il gruppo sin dai tempi dei ''Polka Tulk'', si passa prima ad un folk europeo che poi degenera in atmosfere sempre più cupe: siamo alla nascita di quello che, sviluppandosi, verrà definito ''[[Heavy Metal]]''
  
  

Versione delle 21:26, 21 apr 2009

Black Sabbath

I Black Sabbath sono un celebre gruppo heavy metal, formatosi a Birmingham, Inghilterra, nel 1968[1].

Nonostante i numerosi cambi di formazioni attuati nel corso degli anni, la line-up storica della band rimane quella composta da Ozzy Osbourne alla voce, Tony Iommi alla chitarra (egli rimase nel corso degli anni l'unico componente fisso della band), Geezer Butler al basso e Bill Ward alla batteria. I Black Sabbath, sebbene qualcuno li classifichi come gruppo hard rock (Butler definisce addirittura il loro genere un blues pesante e distorto)[2], sono considerati tra i primi gruppi heavy metal della storia [3][4], contribuendo moltissimo allo sviluppo del genere[5][6]. Nel trentennio di attività '70-2000 hanno venduto oltre 100 milioni di copie.

Storia del gruppo

Dai "Polka Tulk" alla line-up storica (1968-1970)

Nati ad Aston, paesino vicino a Birmingham, nel 1966, i Black Sabbath (col nome di Polka Tulk Blues Band) sono formati da Anthony "Tony" Iommi come chitarrista e William "Bill" Ward come batterista, uniti con il loro acerrimo rivale (almeno ai tempi di scuola), il cantante John "Ozzy Osbourne" e parte della sua vecchia band (i Rare Breed): i chitarristi Terence "Geezer" Butler, che presto prenderà il ruolo di bassista e Jimmy Phillips. Al seguito della band arriverà presto anche il sassofonista Alan "Aker" Clarke. Appena completano la line-up, abbreviano il loro quasi impronunciabile nome in un più semplice "Polka Tulk", nome che presto verrà sostituito con "Earth", non appena Clarke e Phillips decidono di lasciare il gruppo. Dopo l'uscita dei due ex-componenti della band, i Black Sabbath iniziano a suonare cover, principalmente di Cream, Jimi Hendrix e Beatles, incidendo il loro primo demo nel 1968, anno in cui il nome della band comincia ad apparire negli annali del rock. Gli Earth diventano famosi in qualche pub inglese e tedesco, dove il manager Jim Simpson può procurare ingaggi per una serata.

Dopo un brevissimo periodo di "gavetta" tra i pub inglesi, la band cambia nuovamente band, a causa di un altro gruppo con lo stesso nome, "Earth". L'idea per il nuovo nome viene da Butler, e dalla visione del film "I Tre Volti Della Paura", del 1963, di Mario Bava, che come titolo inglese aveva proprio "Black Sabbath" (Sabba nero).

Con il cambio di nome arriva, stranamente, anche un cambio di sonorità: dal blues che caratterizzava il gruppo sin dai tempi dei Polka Tulk, si passa prima ad un folk europeo che poi degenera in atmosfere sempre più cupe: siamo alla nascita di quello che, sviluppandosi, verrà definito Heavy Metal


Note

  1. Timeline del gruppo
  2. Intervista a Geezer Butler su www.black-sabbath.com
  3. {{ #if: Christe | {{ #if: | [[{{{authorlink}}}|{{ #if: Christe | Christe{{ #if: Ian | , Ian }} | {{{author}}} }}]] | {{ #if: Christe | Christe{{ #if: Ian | , Ian }} | {{{author}}} }} }} }}{{ #if: Christe | {{ #if: | ; {{{coauthors}}} }} }}{{ #if: | [{{{origdate}}}] | {{ #if: | {{ #if: | [{{{origmonth}}} {{{origyear}}}] | [{{{origyear}}}] }} }} }}{{ #if: | ({{{date}}}) | {{ #if: | {{ #if: | ({{{month}}} {{{year}}}) | ({{{year}}}) }} }} }}{{ #if: Christe | . }}{{ #if: | “{{ #if: | [{{{chapterurl}}} {{{chapter}}}] | {{{chapter}}} }}”,}}{{ #if: | {{{editor}}} }} {{ #if: | [{{{url}}} Sound of the Beast] | Sound of the Beast }}{{ #if: | ({{{format}}}) }}{{ #if: | , {{{others}}} }}{{ #if: | , {{{edition}}} }}{{ #if: | (in {{{language}}}) }}{{ #if: pg. 2 | , pg. 2 }}{{ #if: Allison & Busby | {{#if: pg. 2 | , | . }}{{ #if: | {{{location}}}: }}Allison & Busby }}{{ #if: | . DOI:{{{doi}}} }}{{ #if: ISBN 0749083514 | . ISBN 0749083514 }}{{ #if: | . Retrieved on {{{accessdate}}} | {{ #if: | . Retrieved {{ #if: | on {{{accessmonth}}} {{{accessyear}}} | during {{{accessyear}}} }} }} }}.{{ #if: |  “{{{quote}}}” }}
  4. {{ #if: Ingham | {{ #if: | [[{{{authorlink}}}|{{ #if: Ingham | Ingham{{ #if: Chris | , Chris }} | {{{author}}} }}]] | {{ #if: Ingham | Ingham{{ #if: Chris | , Chris }} | {{{author}}} }} }} }}{{ #if: Ingham | {{ #if: | ; {{{coauthors}}} }} }}{{ #if: | [{{{origdate}}}] | {{ #if: | {{ #if: | [{{{origmonth}}} {{{origyear}}}] | [{{{origyear}}}] }} }} }}{{ #if: | ({{{date}}}) | {{ #if: | {{ #if: | ({{{month}}} {{{year}}}) | ({{{year}}}) }} }} }}{{ #if: Ingham | . }}{{ #if: | “{{ #if: | [{{{chapterurl}}} {{{chapter}}}] | {{{chapter}}} }}”,}}{{ #if: | {{{editor}}} }} {{ #if: | [{{{url}}} The Book of Metal] | The Book of Metal }}{{ #if: | ({{{format}}}) }}{{ #if: | , {{{others}}} }}{{ #if: | , {{{edition}}} }}{{ #if: | (in {{{language}}}) }}{{ #if: pg. 1 | , pg. 1 }}{{ #if: Thunder's Mouth Press | {{#if: pg. 1 | , | . }}{{ #if: | {{{location}}}: }}Thunder's Mouth Press }}{{ #if: | . DOI:{{{doi}}} }}{{ #if: ISBN 978-1560254195 | . ISBN 978-1560254195 }}{{ #if: | . Retrieved on {{{accessdate}}} | {{ #if: | . Retrieved {{ #if: | on {{{accessmonth}}} {{{accessyear}}} | during {{{accessyear}}} }} }} }}.{{ #if: |  “{{{quote}}}” }}
  5. I Black Sabbath su Vh1
  6. Storia dell'heavy metal da www.metalstorm.ee