Green Day

Da RockCiclopedia, tutta la storia del rock... scritta da voi!
Vai alla navigazioneVai alla ricerca

I Green Day sono composti da Billie Joe Armstrong (voce e chitarra), Mike Dirnt (basso) e Trè Cool (batteria).

Green Day

Il termine Green Day reppresenta un giorno intero passato a fumare marijuana e fu usato nei primi anni '90, da un piccolo gruppo punk-rock americano che diverrà poi famosissimo in tutto il mondo.

Biografia

Inizi

La band si forma a Berkeley, precisamente nel 1987. Inizialmente il gruppo era composto da Billie Joe, Mike e Al sobrante (batteria), conosciuto con il nome di "Sweet Children". Poi, con l'arrivo di Trè Cool, decisero di cambiare il nome in Green Day. Iniziano come piccolo gruppo di nicchia, suonando in piccoli locali americani.

Nel 1990 pubblicano il loro primo album: 1039/smoothed out slappy hours e nel 1991, sempre per la stessa casa discografica, Kerplunk!

Il bassista Mike Dirnt a Cardiff

Il successo comincia ad arrivare con l'album "Dookie", pubblicato nel 1994. Il disco ha un enorme impatto con il pubblico, grazie anche ad MTV, e vende 14 milioni di copie, soprattutto dopo un grande concerto di tutti i maggiori gruppi rock tenutosi a Woodstock, al quale partecipano anche i Green Day. Durante questo concerto volò un'enorme quantità di fango, tanto da sporcare tutti gli spettatori, difatti, da quel momento, venne ribattezzato da alcuni Mudstock.

Nel 1995 esce Insomniac. L'approccio è diverso, i testi sono più angosciati, meno disincantati e con un suono più duro.

Apice

Dopo la pubblicazione di Nimrod, i Green Day mettono su famiglia, nascono infatti Joey da Billie Joe, Estrelle Desiree e Ramona da Mike e Trè, ma malgrado questo non perdono affatto la loro popolarità e soprattutto il loro arrabbiato genere musicale. Nel 2001 decidono di far uscire una raccolta delle loro migliori canzoni, nasce così International Superhits.

I Green Day durante un concerto in Germania

Nell'estate del 2002 compiono un grande tour, ma non arrivano in Italia.

Dopo un periodo di riposo, tornano in studio di registrazione per creare American Iidiot album piu maturo e completo ed il primo impegnato politicamente (contro il governo americano di Bush). Infine, nell'inverno del 2006 e nell'estate 2007 escono due singoli: il primo The saints are coming in collaborazione con gli U2 e Working class hero cover di Jhon Lennon.

Discografia

  • 1990 - 39/Smooth
  • 1992 - Kerplunk
  • 1994 - Dookie
  • 1995 - Insomniac
  • 1997 - Nimrod
  • 2000 - Warning
  • 2004 - American Idiot