Differenze tra le versioni di "Octavarium"

Da RockCiclopedia, tutta la storia del rock... scritta da voi!
Vai alla navigazioneVai alla ricerca
Riga 2: Riga 2:
 
|titolo = Octavarium
 
|titolo = Octavarium
 
|artista = [[Dream Theater]]
 
|artista = [[Dream Theater]]
|copertina = <html><a href="http://forum.rockciclopedia.com/index.php?action=media;sa=item;in=165" target="_blank"><img src="http://forum.rockciclopedia.com/MGalleryItem.php?id=165;preview" width="250px" alt="Il testo descrittivo." border="0" /></a></html>
+
|copertina = <html><a href="http://forum.rockciclopedia.com/index.php?action=media;sa=item;in=165" target="_blank"><img src="http://forum.rockciclopedia.com/MGalleryItem.php?id=165;preview" width="250px" alt="Octavarium (Dream Theater)." border="0" /></a></html>
 
|tipo album = Studio
 
|tipo album = Studio
 
|genere  = [[Progressive Metal]]
 
|genere  = [[Progressive Metal]]
Riga 9: Riga 9:
 
|durata = 75 min : 48 sec
 
|durata = 75 min : 48 sec
 
|etichetta = Atlantic Records
 
|etichetta = Atlantic Records
|produttore = John Petrucci e Mike Portnoy
+
|produttore = [[John Petrucci]] e [[Mike Portnoy]]
 
}}
 
}}
 
'''''Octavarium''''' è l'ottavo album in studio dei [[Dream Theater]] ed è considerato uno dei migliori lavori del gruppo anche a livello commerciale.
 
'''''Octavarium''''' è l'ottavo album in studio dei [[Dream Theater]] ed è considerato uno dei migliori lavori del gruppo anche a livello commerciale.
==L'album==
+
 
Il disco si presenta con un sound molto più commerciale, ma questo sound melodico rappresenta il progressive metal e lo stile dei Dream Theater.
+
==Tracce==
Per cominciare abbiamo The Riot of All Evil, la prima traccia dell'album, che ha un sound piuttosto diverso rispetto a quello delle altre canzoni, essendo un brano con dei riff di chitarra molto tecnici e sperimentali che richiamano a sonorità heavy metal.
+
Per cominciare abbiamo "''[[The Riot of All Evil]]''", la prima traccia dell'album, che presenta un sound piuttosto diverso rispetto a quello delle altre canzoni, essendo un brano con dei riff di chitarra molto tecnici e sperimentali che richiamano a sonorità [[heavy metal]].
La successiva traccia è The Answer Lies Within, la quale assieme alla quarta trccia, I Walk Beside You ha come protagonista Jordan Rudess e la ua tastiera ed è supportata da un quartetto d'archi, la canzone in questione è una ballad.
+
A seguire la ballad "''[[The Answer Lies Within]]''", che - assieme alla quarta traccia ("''[[I Walk Beside You]]''") - ha come protagonista [[Jordan Rudess]] e la sua tastiera, ed è supportata da un quartetto d'archi.
These Walls, invece è un brano molto sperimentale che unisce sonorità nu metal, sound melodico e neo-progressive, risultando uno dei punti qualitativamente più alti dell'album.
+
"''[[These Walls]]''" invece è un brano molto sperimentale, che unisce sonorità nu metal, sound melodico e neo-progressive, risultando uno dei punti qualitativamente più alti dell'album.
Panic Attack è una delle canzoni principali ed è considerata la migliore visto che ha come protagonista i potenti assoli del basso di John Myung ed in parte nche quelli diJohn Petrucci supportati dalle melodie progressive di Jordan Rudess e del cantante James La Brie, riuscendo a rappresentare perfettamente il progressive metal, tra l'altro con quest'album i Dream Theater si confermano ancora una volta il gruppo più fedele al progressive metal e con poche contaminazioni ur essendo molto sperimentali e tecnici.
+
"''[[Panic Attack]]''" è considerata da molti la miglior canzone dell'album ed un perfetto esempio di [[progressive metal]]. Protagonisti indiscussi i potenti assoli del basso di [[John Myung]] ed in parte anche quelli di [[John Petrucci]], supportati dalle melodie progressive di [[Jordan Rudess]] e del cantante [[James La Brie]]. Con quest'album i [[Dream Theater]] si confermano ancora una volta il gruppo più fedele al progressive metal e con poche contaminazioni, pur essendo molto sperimentali e tecnici.
Never Enough invece è una canzone che ricalca lo stile dei Muse, essendo considerato uno dei pezzi più commrciali del disco.
+
"''[[Never Enough]]''" ricalca lo stile dei [[Muse]], pezzo considerato fra i più commrciali del disco.
Sacrified Sons è una canzone molto lenta, ma anche molto tecnica e strumentale, specialmente verso la fine ed è dedicata ai morti dell'11 settembre.
+
"''[[Sacrified Sons]]''" è molto lenta, tecnica e strumentale (specialmente verso la fine), ed è dedicata ai morti dell'11 settembre 2001.
Infine abbiamo la titletrack, Octavarium, che come Panick Attack è considerata una delle canzoni più fedeli al progressive metal, il brano dura 24 minuti ed ha anche contaminazioni dal neo-progressive.
+
Infine la titletrack, "''[[Octavarium (canzone)|Octavarium]]''", che come "''[[Panick Attack]]''" è considerata una delle canzoni più fedeli al progressive metal; il brano dura 24 minuti e presenta anche contaminazioni dal neo-progressive.
  
 
==Tracce==
 
==Tracce==

Versione delle 19:41, 6 lug 2010

Octavarium
Octavarium (Dream Theater).
Artista Dream Theater
Tipo album Studio
Genere Progressive Metal
Pubblicazione 7 giugno 2005
Tracce 8
Durata 75 min : 48 sec
Etichetta Atlantic Records
Produttore John Petrucci e Mike Portnoy
Album precedente {{{album precedente}}}
Album successivo {{{album successivo}}}

Octavarium è l'ottavo album in studio dei Dream Theater ed è considerato uno dei migliori lavori del gruppo anche a livello commerciale.

Tracce

Per cominciare abbiamo "The Riot of All Evil", la prima traccia dell'album, che presenta un sound piuttosto diverso rispetto a quello delle altre canzoni, essendo un brano con dei riff di chitarra molto tecnici e sperimentali che richiamano a sonorità heavy metal. A seguire la ballad "The Answer Lies Within", che - assieme alla quarta traccia ("I Walk Beside You") - ha come protagonista Jordan Rudess e la sua tastiera, ed è supportata da un quartetto d'archi. "These Walls" invece è un brano molto sperimentale, che unisce sonorità nu metal, sound melodico e neo-progressive, risultando uno dei punti qualitativamente più alti dell'album. "Panic Attack" è considerata da molti la miglior canzone dell'album ed un perfetto esempio di progressive metal. Protagonisti indiscussi i potenti assoli del basso di John Myung ed in parte anche quelli di John Petrucci, supportati dalle melodie progressive di Jordan Rudess e del cantante James La Brie. Con quest'album i Dream Theater si confermano ancora una volta il gruppo più fedele al progressive metal e con poche contaminazioni, pur essendo molto sperimentali e tecnici. "Never Enough" ricalca lo stile dei Muse, pezzo considerato fra i più commrciali del disco. "Sacrified Sons" è molto lenta, tecnica e strumentale (specialmente verso la fine), ed è dedicata ai morti dell'11 settembre 2001. Infine la titletrack, "Octavarium", che come "Panick Attack" è considerata una delle canzoni più fedeli al progressive metal; il brano dura 24 minuti e presenta anche contaminazioni dal neo-progressive.

Tracce

  1. "The Riot of All Evil"
  2. "The Answer Lies Within"
  3. "These Walls"
  4. "I Walk Beside You"
  5. "Panick Attack"
  6. "Never Enough"
  7. "Sacrified Sons"
  8. "Octavarium"