Differenze tra le versioni di "The XX"

Da RockCiclopedia, tutta la storia del rock... scritta da voi!
Vai alla navigazioneVai alla ricerca
(Creata pagina con 'I The "XX"sono un trio britannico Indie Pop, Dream Pop,Indie Rock e Elecro Rock.I quattro membri originali del gruppo,Romy Madley Croft,Baria Qureshi, Oliver Sim e Jamie Smith, s...')
 
 
Riga 1: Riga 1:
I The "XX"sono un trio britannico Indie Pop, Dream Pop,Indie Rock e Elecro Rock.I quattro membri originali del gruppo,Romy Madley Croft,Baria Qureshi, Oliver Sim e Jamie Smith, si incontrarono alla Elliot School,a Wandsworth, paese a Sud-Est di Londra e fondarono il gruppo nel 2005.Dall'iniziale formazione si trasformarono in un trio dopo l'abbandono della tastierista e chitarrista Baria Qureshi.Il loro unico album,"The XX",è stato realizzato da Young Turks Records, nel 2009 e prodotto dalla band stessa: é stato registrato in un piccolo garage, attiguo allo studio di registrazione della casa discografica "XL". Fattore non trascurabile, spesso le registrazioni avvenivano di notte.Ciò favorì senz'altro la formazione di quelle atmosfere ancestrali che caratterizzano l'album .L'album contiene dodici tracce,e dallo stesso album provengono quattro singoli: Crystalised, Basic space, Island, pubblicati nel 2009 e VCR del 2010. "The xx" vince l'"XFM's New Music Award" 2010 e si piazza al secondo posto nel sondaggio per il miglior album del "NME" 2009.La band utilizza suoni campionati e sintetizzati come tappeto musicale per gli arpeggi di chitarra e la variante trip-hop per la batteria,l'alternanza della voce maschile di Jamie e quella femminile,avvolgente e inconfondibile di Romy, per riportare alla luce un nuovissimo sound puro ed essenziale e comunque estremamente melodico che da tempo si era perso, e che suggerisce un'atmosfera primordiale ma anche onirica, quasi surreale.
+
I The "XX"sono un trio britannico Indie Pop, Dream Pop,Indie Rock e Elecro Rock.I quattro membri originali del gruppo,Romy Madley Croft,Baria Qureshi, Oliver Sim e Jamie Smith, si incontrarono alla Elliot School,a Wandsworth, paese a Sud-Est di Londra e fondarono il gruppo nel 2005.Dall'iniziale formazione si trasformarono in un trio dopo l'abbandono della tastierista e chitarrista Baria Qureshi.Il loro unico album,"The XX",è stato realizzato da Young Turks Records, nel 2009 e prodotto dalla band stessa: é stato registrato in un piccolo garage, attiguo allo studio di registrazione della casa discografica "XL". Fattore non trascurabile, spesso le registrazioni avvenivano di notte.Ciò favorì senz'altro la formazione di quelle atmosfere ancestrali che caratterizzano l'album , il quale contiene dodici tracce,e da cui provengono quattro singoli: "Crystalised", "Basic space", "Island", pubblicati nel 2009 ,e "VCR" del 2010. "The xx" vince l'"XFM's New Music Award" 2010 e si piazza al secondo posto nel sondaggio per il miglior album del "NME" 2009.La band utilizza suoni campionati e sintetizzati come tappeto musicale per gli arpeggi di chitarra e la variante trip-hop per la batteria,l'alternanza della voce maschile di Oliver e quella femminile,avvolgente e inconfondibile di Romy, per riportare alla luce un nuovissimo sound ,puro ed essenziale ma comunque estremamente melodico, che da tempo si era perso, e che suggerisce un'atmosfera primordiale ma anche onirica, quasi surreale.Il primo brano dell'album è "Intro", che come dice lo stesso nome  introduce al mondo degli "XX",poi"VCR" che richiama il Dark ambient degli anni Novanta,"Crystalised" in cui si intrecciano le voci di Romy e del bassista Oliver,con giochi di parole invertite e intrecci di strofe, poi "Islad" e "Heart skipped a beat",nei quali la chitarra segue le voci costruendo una intensa e coinvolgente fisicità musicale, "Fantasy" che di nuovo evoca atmosfere lunari, "Shelter" infine, in cui la voce forte di Romy ci riporta alla dimensione terrena ,poi "basic Space " e "Infinity" con un ottimo sound trip-hop-funky, infine la ninna-nanna"Night Time" e "Stars" ,brani con i quali si congedano, lasciando l'ascoltatore sereno e sognante, ma non senza un pizzico di malinconia.

Versione attuale delle 22:36, 22 set 2010

I The "XX"sono un trio britannico Indie Pop, Dream Pop,Indie Rock e Elecro Rock.I quattro membri originali del gruppo,Romy Madley Croft,Baria Qureshi, Oliver Sim e Jamie Smith, si incontrarono alla Elliot School,a Wandsworth, paese a Sud-Est di Londra e fondarono il gruppo nel 2005.Dall'iniziale formazione si trasformarono in un trio dopo l'abbandono della tastierista e chitarrista Baria Qureshi.Il loro unico album,"The XX",è stato realizzato da Young Turks Records, nel 2009 e prodotto dalla band stessa: é stato registrato in un piccolo garage, attiguo allo studio di registrazione della casa discografica "XL". Fattore non trascurabile, spesso le registrazioni avvenivano di notte.Ciò favorì senz'altro la formazione di quelle atmosfere ancestrali che caratterizzano l'album , il quale contiene dodici tracce,e da cui provengono quattro singoli: "Crystalised", "Basic space", "Island", pubblicati nel 2009 ,e "VCR" del 2010. "The xx" vince l'"XFM's New Music Award" 2010 e si piazza al secondo posto nel sondaggio per il miglior album del "NME" 2009.La band utilizza suoni campionati e sintetizzati come tappeto musicale per gli arpeggi di chitarra e la variante trip-hop per la batteria,l'alternanza della voce maschile di Oliver e quella femminile,avvolgente e inconfondibile di Romy, per riportare alla luce un nuovissimo sound ,puro ed essenziale ma comunque estremamente melodico, che da tempo si era perso, e che suggerisce un'atmosfera primordiale ma anche onirica, quasi surreale.Il primo brano dell'album è "Intro", che come dice lo stesso nome introduce al mondo degli "XX",poi"VCR" che richiama il Dark ambient degli anni Novanta,"Crystalised" in cui si intrecciano le voci di Romy e del bassista Oliver,con giochi di parole invertite e intrecci di strofe, poi "Islad" e "Heart skipped a beat",nei quali la chitarra segue le voci costruendo una intensa e coinvolgente fisicità musicale, "Fantasy" che di nuovo evoca atmosfere lunari, "Shelter" infine, in cui la voce forte di Romy ci riporta alla dimensione terrena ,poi "basic Space " e "Infinity" con un ottimo sound trip-hop-funky, infine la ninna-nanna"Night Time" e "Stars" ,brani con i quali si congedano, lasciando l'ascoltatore sereno e sognante, ma non senza un pizzico di malinconia.